Cerca nel blog

lunedì 29 ottobre 2012

This is Halloween!


Come tutti ben sapete Halloween si avvicina, c'è chi ama questa festa, chi la odia perché tanto non è neanche nostra, chi la trova indifferente  e chi come me non sa neanche se festeggierà, ma adora perdere tempo a cercare tutorial su costumi fai da te  e trovare ricette su adorabili cibi a tema. Quindi vi propongo la mia selezione per quest'anno:

Scary food

Popcorn verdi!

QUI potete trovare una semplice ricetta in inglese per preparare questi fantastici popcorn che sembrano andati a male. 

Vampire's Punch

Se invece vi sentite in vena di bere un cocktail sanguinolento per sentirvi un vero vampiro o volete sperimentare qualche altro cocktail dal nome tetro allora dovete assolutamente andare QUI, ci sono ricette per tutti i gusti. Le ricette però sono sempre in inglese.

Sweets

Su  giallo zafferano  trovate invece tantissime ricette per dolci di tutti i tipi, dalle dita della strega alle mele caramellate come quelle della strega di Biancaneve!


Costumes & Make up

Se invece siete bravi con il trucco ecco alcune idee geniali e assolutamente da provare per rendere assolutamente terrificanti i vostri costumi :




venerdì 26 ottobre 2012

Always the wrong guy...


Credo che neanche se lo facessi di proposito riuscirei così bene in questa impresa : interessarmi sempre al ragazzo che per un motivo o nell'altro non è disponibile. Che non sia disponibile perché è fidanzato o perché proprio non mi caga o perché abita dall'altra parte del mondo poco cambia, il risultato è sempre lo stesso. Se fosse una disciplina sportiva non dico che vincerei sempre il primo premio, ma ecco almeno ogni volta sul podio ci sarei. Non so se sia semplicemente la cattiva sorte che si accannisce contro di me o se il mio subconscio in un qualche contorto modo c'entri qualcosa. Tipo quando inizio a volere la persona dopo che mi son bruciata la mia chance è sicuramente colpa mia. Fatto sta che in questo preciso momento mi sto dicendo "Basta, devo smettere di sentirlo" e sono lì che aggiorno spasmodicamente la pagina facebook per vedere se mi è arrivato un messaggio, il che è così patetico che mi sputerei in un occhio da sola.

venerdì 19 ottobre 2012

Crack! video.

Probabilmente con questo titolo attirerò sul blog tanti piccoli compratori di crack, ecco sappiate che se siete qui per quella ragione avete scelto il blog sbagliato (anche se non credo che nessuno sano di mente sceglierebbe di cercare droga su un blog, o forse sì?)
Comunque quello che volevo dire è che oggi pomeriggio avrei potuto fare tante belle cose, avrei potuto studiare, lavarmi i capelli che sembrano diventati quelli di Vanessa di Gossip Girl (quindi capirete bene quanto la situazione sia grave), avrei potuto dare una qualche svolta alla mia vita sociale, ma sono caduta preda del vortice di You tube e più precisamente dei crack! video.  Sono così adorabilmente demenziali e certi abbinamenti con alcune canzoni così azzeccati che sono diventati uno tira l'altro...
Aiutatemi a smettere o entrate anche voi nel vortice e suggeritemene di nuovi!




lunedì 8 ottobre 2012

L'inizio della fine...


Stasera inizia l'ultima stagione di Gossip Girl. In qualche modo per me è la fine di un'era. Spero che gli sceneggiatori ci abbiano messo un po' più di impegno rispetto a quello che ci hanno messo i grafici a fare i poster promozionali, ma non è che nutra chissà quali aspettative dopo il disastro delle ultime stagioni.
Ad ogni modo io due piccole cose le vorrei da questa ultima stagione:
Il matrimonio di Chuck e Blair che se ho tirato avanti a guardare lo show è solo per loro, quindi ho deciso che me lo merito di vederli sposati. Voglio guardarli scambiarsi le promesse e sprecare valanghe di fazzoletti piangendo come se fossi al matrimonio della mia migliore amica. Chiedo troppo? xD
E poi voglio una risposta sensata alla domanda Chi è Gossip Girl? Vi prego sceneggiatori fate quello che non siete mai riusciti a fare, stupitemi in positivo!
Poi confesso che qualche altro piccolo desiderio io ce l'ho, tipo far avere una storyline decente a Sriiina e non farla finire con Dan, ma poi mi sa che inizio a volere troppo...e mentre scrivo il post mi accorgo che in realtà un po' di aspettative alla fine ce le ho.

venerdì 5 ottobre 2012

Crush of the month: Joseph Gordon-Levitt


Io qualche film con Joseph Gordon-Levitt l'avevo già visto, ma da quando l'ho visto in The Dark Knight Rises mi piace sempre di più e giorno dopo giorno sto recuperando informazioni e photoshoot (1 stadio del fangirlismo) e a breve sicuramente passerò a recuperare tutta la filmografia. Così direi che Joseph Gordon-Levitt  vince a mani basse l'ambitissimo premio come  mia cotta per il mese di ottobre. Che poi a me di solito nemmeno piacciono quelli che hanno la faccia pulita da bravo ragazzo, ma lui mi ispira un sacco lo stesso. Cioè guardatelo. Per convertirvi tutti vi lascio con alcune immagini del fantastico photoshoot che fece con Claudia Shiffer per GQ. Lo adoro.
Vi sfido a non avere pensieri impuri ora!



lunedì 1 ottobre 2012

Connecting people

Ok, io lo capisco siamo nell'era della comunicazione globale, quindi tutti gli strumenti vogliono aiutarci a facilitare la comunicazione (?) a restare in contatto con il mondo, però insomma non è che devo condividere proprio tutto con il mondo. Non è che se ho il blog devo per forza collegarlo a google plus, se voglio mantenere le due entità distinte perché cacchio insisti ogni volta blogger? Se volevo che i miei contatti hotmail fossero a conoscenza del mio twitter l'avrei già fatta la ricerca per vedere chi c'è tanto tempo fa, quindi twitter perché me lo ricordi periodicamente? A me piacciono quei quattro follower che ho, non ne voglio altri.
E poi perché cazzo tutto si deve connettere con Facebook perché sul mio benedetto cellulare io ora devo avere tutti i dati dei contatti di Facebook? Ok lo so che questo c'entra probabilmente col fatto che io sono un'impedita col mio nuovo smartphone, ma cavolo io quando cerco sulla rubrica rivoglio solo i numeri che io avevo memorizzato!
Ah e ultima cosa, giusto per non farmi mancare niente in questo spazio di lamentela, a me la geolocalizzazione crea l'ansia, mi fa sentire un po' come se mi trovassi in 1984 di George Orwell.